K Essay, la nuova saggistica di Keller Editore apre con uno sguardo sull’anno della Riforma

260-1517K Essay, la nuova collana di saggistica di Keller Editore, viene inaugurata da “uno strepitoso affresco dell’anno che segna il destino d’Europa”, come si legge nelle note diffuse dalla stessa casa editrice. Si tratta di 1517. Storia mondiale di un anno di Heinz Schilling (professore emerito di Storia moderna dell’Europa all’Università Humboldt di Berlino, la sua acclamata biografia su Martin Lutero, in Italia edita da Claudiana, è stata tradotta in 10 lingue), un libro che offre una prospettiva interessante su quello che è l’anno della Riforma protestante. Schilling non si concentra solo su Wittenberg, anzi accompagna il lettore in un viaggio emozionante attraverso il mondo intero, dall’Italia e dalla Spagna fino all’Impero ottomano e alla corte imperiale cinese, senza dimenticare l’America, l’Impero azteco e gli Oceani. Si impara moltissimo sugli eventi e sui luoghi dentro e fuori le frontiere europee, cogliendo come territori lontani siano stati interconnessi tramite percorsi commerciali, movimenti di denaro, invenzioni scientifiche, libri e scoperte di viaggiatori e avventurieri. Certamente è uno dei contributi più originali sull’anno cardine della storia europea.

1517 (384 pagine, 21 euro, traduzione di Alice Rampinelli) è il primo volume della nuova collana di saggistica dell’editore trentino, che nel prossimo anno proporrà una serie di titoli dedicati alla storia, al pensiero, alla critica letteraria.
Tra questi il volume nel quale Raimund Schulz conduce il lettore nei viaggi di avventura, l’avvincente Ghost on the Throne di James Romm, per raccontare guerre e dissoluzione del grande impero di Alessandro Magno dopo la sua morte, il saggio di Rüdiger Safransky sul tempo e sul nostro rapporto con esso, la nuova storia dell’Impero asburgico a firma di Pieter M. Judson.

(fonte: comunicato stampa)

         

Commenta via Facebook
Aggiungi ai preferiti : Permalink.